la nostra storia

La Storia

La Processione del Venerdì Santo di Bagnoregio, si ripete ogni anno a Bagnoregio, in provincia di Viterbo, il paese adiacente a Civita di Bagnoregio, borgo medievale visitato ogni anno da migliaia di turisti, oggetto di interesse da parte di molte emittenti televisive, pubblicità di marchi prestigiosi e location per numerosi film e fictions.

Si tratta di una delle manifestazioni più antiche del Lazio e conserva inalterata un’espressione di fede popolare che si tramanda di generazione in generazione da circa 400 anni.

Sono infatti del 1660 i primi documenti della venerabile Confraternita di San Pietro in Civita di Bagnoregio che nell’ambito del Sacro Rito della Processione del Venerdì Santo attestano le origini del Crocefisso di Civita, splendida scultura lignea quattrocentesca di scuola fiamminga, punto focale della nostra rappresentazione.

Inizialmente fu una manifestazione a carattere esclusivamente religioso, si svolgeva nella contrada di Civita e vi partecipavano, oltre al Clero, le Confraternite, i cantori e il popolo.

Oltre 350 personaggi in costume d’epoca, una serie di quadri raffiguranti le immagini degli ultimi giorni della vita di Gesù, le varie Confraternite, la bara con il Crocefisso di Civita, la rappresentazione della flagellazione, centinaia di fiaccole e lanterne accese lungo tutto il percorso cittadino, un audio straordinario ed una sofisticata illuminazione rendono molto suggestivo il corteo che sfila in un silenzio irreale, rotto soltanto dagli squilli di tromba e tamburi: tutto questo è oggi la Processione del Venerdì Santo a Bagnoregio.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit. Assumenda deleniti eaque eum exercitationem fugit.